Quando i propri sogni raggiungono la vera concretezza, determinazione, talento, sacrificio e umiltà sono le chiavi per far sì che tutto può diventare possibile . Così la giovanissima siciliana, trapanese Irene Conforti presenta “Anno Tropico” il suo progetto, il suo sogno, il suo primo album, in collaborazione con il chitarrista Lorenzo Calamia. L’amicizia e l’affiatamento con il resto della band ha permesso ad Irene di potere scivolare verso una costruzione musicale del suo album di assoluta affidabilità e armonia nei suoni. L’affetto e la stima verso Lorenzo Calamia vanno oltre l’album che con fiducia e sintonia hanno permesso tutto questo. « Il mio obbiettivo è quello di diventare una cantante di fama nazionale e perché no anche mondiale – ha dichiarato Irene Conforti – negli ultimi 10 anni ho inseguito questo sogno, cercando chissà, magari un domani, di poter partecipare all’interno del talent di “Amici”. Anno Tropico mi regala emozioni giorno dopo giorno, sto ricevendo  parecchi apprezzamenti e questo per all’inizio era del tutto inaspettato». Attraverso le sue canzoni, Irene Conforti ci racconta il suo viaggio, tra emozioni, pensieri, amori,tutto vissuto sulla sua pelle attimo dopo attimo, dove ognuno di noi può ritrovarsi in ogni aspetto. La vita di una giovanissima ragazza che attraverso i suoi testi vuole regalarci emozioni che arrivano al cuore e all’anima. Un po’ come se prendessimo la decisione di aprire il nostro diario segreto fatto da quei racconti chiamati “vita”. Oggi la musica rappresenta una vera e propria medica del nostro spirito. L’assenza dei live in tutta Italia ha messo in grande difficoltà l’intero mondo della musica. Durante la pandemia gli artisti hanno fatto sentire il proprio calore con dei live attraverso i loro canali social, rispondendo a suon di canzoni e messaggi di solidarietà contro l’emergenza sanitaria. « Nonostante il momento storico che stiamo vivendo – continua – è un peccato non poter svolgere i live. Io, però da qualche anno per scelta ho preferito metterli da parte. Preferisco al momento dedicarmi ai miei canali social per promuovere il mio disco con il lancio dei singoli in più piattaforme. La mia energia è un fiume che spazza via qualsiasi situazione negativa». Bisogna scommettere e crederci sempre, perché questi tempi lo ricorderemo per sempre, per chi vogliamo rappresentare e per chi giorno dopo giorno crede in noi. Anno Tropico l’album di esordio di Irene Conforti mette alla luce di tutti che la musica può e deve raggiungere nelle sue forme tutti noi. A chi ci sostiene, e ci prende per mano affinché serva da condivisione come messaggio universale.« Ringrazio la mia famiglia – conclude – perché mi è stata sempre vicina, sostenendomi sempre in questo percorso meraviglioso. Il mio maestro di canto Alessandro Flores, tirandomi per le orecchie nel momento in cui avevo deciso di smettere di cantare. Lorenzo Calamia il mio grande amico, un musicista fantastico e soprattutto perché per lui sono una grande scommessa che ad oggi penso che sia più che vinta. Le persone che entrano nella mia vita di solito rimangono per sempre. Come ultimo ringraziamento vorrei includere, il mio ragazzo Davide perché per la prima volta mi sento di avere un posto, un valore, mi sento sostenuta ma soprattutto amata. Ed io ricambio questo amore, perché è bello e vero. L’amore rende tutto più facile».